La tecnologia Myrtha, un sistema innovativo per la costruzione delle piscine

La tecnologia Myrtha di Piscine Castiglione interessa molti aspetti del settore della geotecnica e dei materiali. Proprio per questo la redazione di Close-up Engineering ha scambiato due chiacchiere con loro per approfondire meglio questo innovativo sistema di produzione di piscine.

0
145

Piscine Castiglione è dal 1961 leader mondiale nella costruzione e vendita di piscine interrate, ma la sua attività consiste anche nella progettazione e realizzazione di parchi acquatici e spa presenti in tutto il mondo. Questi lavori hanno permesso all’azienda di avviare un esponenziale sviluppo mondiale, portando tra le altre cose all’apertura di una filiale negli Stati Uniti, a Sarasota, in Florida.

Piscine Castiglione si differenzia dalle altre aziende del settore per la sua esperienza affermata e l’affidabilità, la possibilità di elevata personalizzazione dei progetti, l’uso di materiali innovativi e di tecnologie all’avanguardia.
Una di queste tecnologie, la tecnologia Myrtha, interessa molti aspetti del settore della geotecnica e dei materiali. Proprio per questo la redazione di Close-up Engineering ha scambiato due chiacchiere con Piscine Castiglione per approfondire meglio questo innovativo sistema di produzione di piscine.

In cosa consiste la vostra tecnologia Myrtha®?

La tecnologia Myrtha di Piscine Castiglione è un sistema brevettato che tramite un processo di produzione speciale combina acciaio inox e pvc per creare moduli per la realizzazione di piscine. Rappresenta la perfetta sintesi tra la velocità costruttiva delle piscine prefabbricate e la libertà progettuale del calcestruzzo: consiste in un sistema modulare di pannelli in acciaio inox con pvc laminato a caldo direttamente in fabbrica e possibilità infinite di finiture estetiche di pregio. Myrtha è la tecnologia di Piscine Castiglione studiata per chi, nella scelta della propria piscina, mette al primo posto qualità e design. Ed è la tecnologia con la quale da più di 20 anni Piscine Castiglione realizza le vasche delle grandi competizioni internazionali, tra cui le Olimpiadi.

Cosa differenzia il vostro sistema costruttivo rispetto agli altri? Dal punto di vista strutturale come la vostra tecnologia si differenzia da quelle tradizionali?

La tecnologia Myrtha di Piscine Castiglione consiste in una struttura di acciaio inox da 2 mm su cui viene laminato a caldo un sottile strato di PVC. Questa lavorazione brevettata e certificata avviene direttamente nel nostro stabilimento e i moduli strutturali prodotti su misura risultano un prodotto già pronto per essere installato. Una soluzione quindi più sostenibile rispetto alle piscine in cemento o le prefabbricate.
La tecnologia Myrtha è in grado di assorbire i micromovimenti del terreno senza riportare danni, cosa che può succedere nelle piscine in cemento ed è molto frequente nelle piscine in vetroresina installate in zone soggette a piccole scosse o smottamenti. Soluzione certificata anche per l’NTC 2008, l’accoppiamento di acciaio e il PVC garantisce resistenza e durata nel tempo. Il livello d’impermeabilizzazione è totale. Il PVC laminato a caldo sui pannelli assicura una completa tenuta della vasca. La tecnologia Myrtha ha un ridotto impatto ambientale che vanta il ciclo vitale più lungo sul mercato.

La tecnologia Myrtha di Piscine Castiglione
Infobuild

Quali sono i vantaggi della tecnologia acciaio e pvc rispetto a quella in cemento con pvc?

I vantaggi sono molti: non è necessario creare casseri per la colatura del cemento e non è necessario aspettare i tempi di asciugatura dello stesso (solo la soletta di base, con la tecnologia Myrtha, deve essere realizzata in cemento). Il cemento armato è più suscettibile agli assestamenti del terreno con rischio di micro-crepe che poi nel tempo potrebbero ampliarsi permettendo infiltrazioni d’acqua del terreno e corrosione dell’armatura. L’acciaio inox e il sistema modulare, invece, garantiscono flessibilità e assorbimento dei micromovimenti del terreno e sono certificati come antisismici.
La struttura viene progettata su misura da Piscine Castiglione ed è già predisposta per l’installazione degli accessori di circolazione e illuminazione. Sui pannelli in Myrtha è possibile applicare finiture in mosaico, ceramica o altri materiali. I moduli in acciaio sono facilmente trasportabili in qualsiasi luogo e con qualsiasi mezzo. Quindi precisione progettuale, estrema flessibilità, velocità di installazione e minima manutenzione della struttura della vasca rendono Myrtha la tecnologia costruttiva scelta da designer e architetti di tutto il mondo.

Quali sono le dimensioni massime che riuscite a realizzare con questa tecnologia? Le forme che potete realizzare sono standard o possono essere personalizzate in base alle esigenze del cliente?

La tecnologia Myrtha permette la realizzazione di qualsiasi forma e dimensione grazie alla modularità del sistema e alla flessibilità del materiale. Da ricordare che con la tecnologia Myrtha si realizzano le piscine dei Campionati mondiali di nuoto (l’azienda è partner Fina) e dei Giochi Olimpici e non solo vasche permanenti ma anche temporanee (ossia si possono smontare alla fine della competizione). Inoltre con la tecnologia Myrtha sono state realizzate piscine a forma libera per grossi centri acquatici, ad esempio in Australia il parco Wet’n’Wild vanta una nostra vasca di oltre 5.300 mq oltre a river e scivoli.

Quali sono gli step dalla prima chiamata per un primo sopralluogo all’effettiva realizzazione? Su cosa vi concentrate di più?

La realizzazione di una piscina è seguita dal concessionario Piscine Castiglione in sinergia con il cliente e il proprio progettista. Gli step sono pochi e variano in base al coordinamento col cliente e i suoi tempi decisionali possono fare la differenza. Il concessionario supervisiona tutte le fasi: un primo contatto telefonico per le prime informazioni di massima, un sopralluogo (per capire spazi ed esigenze del cliente) e quindi la produzione di una prima bozza di progetto e preventivo. Nel frattempo il progettista del committente deve presentare la Dia/Scia in comune per avere l’ok a procedere con i lavori o per svolgere tutte quelle pratiche burocratiche necessarie in caso di vincoli comunali o paesaggistici. Una volta concordate tutte le caratteristiche del progetto sono necessarie tre settimane perché vengano prodotti i materiali e due settimane circa di lavoro per l’installazione da parte del concessionario. Nelle settimane di attesa del materiale c’è tutto il tempo per organizzare il cantiere facendo lo scavo e la soletta necessaria a sorreggere la struttura della piscina. Una volta installata la piscina, si procede con gli attacchi idraulici ed elettrici, rinterri, solarium e giardino.

La tecnologia Myrtha di Piscine Castiglione

Quante persone sono coinvolte nel processo totale?

Cliente, progettista per le pratiche, concessionario (che può fare le veci del progettista e svolgere le pratiche burocratiche), elettricista, impresa edile per scavo e per pavimentazione. Poi eventualmente, giardiniere, eventuali altri artigiani per esigenze particolari.

Una tecnologia così complessa e che richiede l’utilizzo di una vasta gamma di materiali è efficace ma dovrebbe avere dei costi più elevati della media. Come fronteggiarli?

Piscine Castiglione utilizza la tecnologia Myrtha da più di 40 anni in tutto il mondo e il sistema utilizzato consente rapidità, precisione e flessibilità. Nulla di complesso, anzi tutti i processi sono ottimizzati. Le persone coinvolte sono comunque le stesse di una realizzazione con materiali standard e anche i costi sono allineati: i materiali forniti hanno un valore di poco superiore alla media ma i costi di manutenzione sono decisamente inferiori rispetto agli altri materiali.

Parliamo di manutenzione. Che grado di manutenzione richiede il vostro sistema rispetto a quelli tradizionali? A quanto ammontano i costi della manutenzione, con quale periodicità e in cosa consiste praticamente?

Quando si parla di manutenzione si fa riferimento in particolare alla gestione dell’acqua, sia quotidiana che straordinaria (apertura pre-estiva e chiusura autunnale), con il controllo dell’impianto di filtrazione e degli accessori in vasca per verificarne il corretto funzionamento. Avere una piscina con acqua cristallina comporta costi di poche centinaia di euro l’anno (prodotti chimici ed energia elettrica) a cui vanno aggiunti gli interventi dell’operatore certificato dall’azienda. Va detto che le performance negli anni di una vasca con tecnologia Myrtha sono superiori a quelle di qualsiasi altra tecnologia, che invece sarebbe soggetta a interventi di manutenzione/ristrutturazione periodica.

La vostra azienda si occupa di tutto il processo di costruzione, anche da un punto di vista burocratico?

La nostra azienda opera tramite una rete capillare di dealer locali (concessionari esclusivi) che possono supervisionare tutto il processo di costruzione e quello burocratico.

Qual è il posto più impervio dove avete costruito una piscina?

La nostra tecnologia ci permette di costruire piscine anche in situazioni delicate. Abbiamo creato magnifiche realizzazioni su terrazze, scogliere, attici di hotel, anfiteatri naturali… Qualche mese fa i moduli di una nostra piscina sono stati trasportati a dorso di mulo su un sentiero della Costiera Amalfitana perché il cantiere si trovava in un luogo non raggiungibile con mezzi su ruota.

Ringraziamo Piscine Castiglione per disponibilità. 

Grazie a Close-p Engineering per l’ospitalità e se qualche lettore volesse approfondire la tematica piscine siamo a disposizione su www.piscinecastiglione.it. Inoltre è possibile prenotare una visita presso il nostro ampio showroom sia esterno che interno per conoscere meglio tutte le nostre tecnologie: la Tecnologia Myrtha per il design e le competizioni e tanto altro per rispondere a qualsiasi esigenza. Vi aspettiamo!

LASCIA UN COMMENTO